La regola dell’amore

L’amore di Dio, l’amore in famiglia, l’amore al mondo: sono i tre pilastri dell’espererienza raccontata in questo libro. La postfazione di mons. Massimo Camisasca.


Una cena con le famiglie nella palestra della parrocchia Santa Giulia a Torino

Quello che avete tra le mani è un libro “impossibile”. Per la maggior parte degli uomini e delle donne di oggi tutto ciò che avete letto è un sogno, forse una fiaba, un desiderio lontano, presto soffocato dagli eventi della vita.

È impossibile che l’amore, nato improvvisamente, possa durare; è impossibile la fedeltà; è impossibile che le differenze arricchiscano invece che dividere; è folle pensare di avere dei figli o più di uno; è normale essere schiacciati dalle ore di lavoro, non trovare una composizione fra affetti e professione, … Potrei proseguire quasi all’infinito, ribaltando le buone notizie che ci arrivano da queste pagine.

Eppure, vi assicuro, le voci che parlano in questo libro provengono da persone reali, in carne ed ossa, le cui vite sono attraversate dalle stesse difficoltà, tentazioni, peccati e fragilità di tutti. Come fanno allora ad avere uno sguardo così differente sulla loro famiglia? Come fanno a non perdersi in lamenti, in recriminazioni, in depressioni? Le loro giornate non sono certo esenti da fatiche, da errori, da scenate e scatti d’ira. Eppure l’impressione globale che rimane dentro di noi dopo averle incontrate, anche solo tra le righe, è piena di consolazione e di pace. È un invito a vivere, ad accettare la sfida dell’esistenza, a non perdere tempo, a guardare con positività le mani che si protendono verso di noi per aiutarci ad uscire dalla solitudine e dal non senso. Che cosa è accaduto? 

Alcuni decenni fa un giornalista francese, André Frossard, editorialista di Le Figaro, uno dei nomi più famosi della pubblicistica d’oltralpe, scrisse un libro che divenne un bestseller per molti anni: Dio esiste, io l’ho incontrato. Queste famiglie hanno fatto un incontro. Può sembrare tutto troppo semplice o addirittura artificioso, ma invece proprio questo è accaduto. L’incontro con altre famiglie a loro volta affascinate e attratte dalla semplicità luminosa della vita cristiana ha cambiato completamente i termini del loro essere assieme, dell’educazione dei loro figli, dell’affronto delle questioni economiche e lavorative. 

È un invito a vivere, ad accettare la sfida dell’esistenza, a non perdere tempo.

Tutto in fondo si decide nel centro del nostro cuore quando, guardando ciò che accade, decidiamo l’orientamento della nostra vita. Questa decisione non può essere originata da uno sforzo di volontà. Ogni amore, infatti, nasce da un amore ricevuto. Quando altri ci guardano e ci invitano a partecipare alla loro avventura, anche noi diventiamo capaci di positività e di forza. Un Salmo dice: Hai mutato il mio lamento in danza, la mia veste di sacco in abito di gioia (Sal 30,12). 

Durante i dieci anni del mio episcopato a Reggio Emilia mi sono dedicato a incontrare le giovani famiglie e farle incontrare fra di loro. Ritengo che questa sia una strada privilegiata per la rinascita dell’umano nella nostra società post-umanista e per la rinascita della Chiesa in questo momento di grande confusione e dimenticanza della fede. I racconti che abbiamo letto sono paragonabili all’erba nuova che nasce dalla terra all’inizio della primavera, ai nuovi germogli che appaiono sui rami sempre in quel periodo. Vanno aiutati, curati, hanno bisogno di presenze autorevoli, ma soprattutto hanno bisogno di vivere, di rischiare, di correre. Le esperienze di vita comune tra le famiglie (come anche tra i sacerdoti) mi offrono una speranza sempre rinnovata del futuro. Cristo ci chiede di vivere in questo tempo. Possiamo discutere o meno la sua difficoltà, ma non c’è concesso di esaurirci nel lamento, nell’inerzia, tantomeno nella disperazione. Dio non smette mai di operare e le giovani comunità di famiglia sono uno dei frutti più significativi della Sua continua chiamata alla vita.

Gianluca Attanasio, Lidia Catalano, Ilaria Giudici
La regola dell’amore. Un cammino per le famiglie nell’epoca dell’incertezza
Edizioni San Paolo, 2023.
ACQUISTA

Contenuti correlati

Vedi tutto
  • Testimonianze

Qualcosa di grande adesso

Una compagnia di amici dove Gesù propone sempre qualcosa di grande. Un racconto tra il Midwest e Washington D.C.

  • Roberto Amoruso
Leggi
  • Gallery

Chiamati all’amore

Da tutto il Messico, i ragazzi di Gioventù Studentesca si danno appuntamento per alcuni giorni di convivenza

  • Città del Messico
Leggi
  • Gallery

Vita a Casa Santa Giulia

Un video racconta l'intensa vita della parrocchia Santa Giulia di Torino: una casa abitata tutto il giorno tutti giorni tra studio, caritative, incontri e tempo libero.

  • Torino
Leggi